englishfrancaisDeutschEspañol




















 















"", array("TASTIERA INFERIORE ","","PRINCIPAL ","8' B. ** ","PRINCIPAL ","8' D. ** ","ROHRFLOIT ","8' ","OCTAV ","4' * ","SUPEROCTAV ","2' * ","MlXTUR II FACH ","** ","REGAL ","8' B. ","REGAL 8' D. ","","","","UNIONI ","","II-I ","","I -PED.",""),array("TASTIERA SUPERIORE ","","GEDACT ","8' ","FLOIT ","4' ","QUINT B. ","* ","QUINT. D. ","","TERZ B. ","","TERZ D. ","","PEDALE","","SUBBASSO ","16' * ","BOURDON ","8' ","PRINCIPAL ","4' ** ","DULCIAN ","8'"),fine=>"I registri con due asterischi sono completamente nuovi, quelli con un solo asterisco sono solo parzialmente nuovi."); ?>
Carli - Treviso - Via Dalmazia

clicca per ingrandire l'immagineLo strumento colpisce prima di tutto per il suo aspetto, così diverso da quello dei nostri organi, che ci trasporta idealmente in un mondo organario del tutto nuovo, quello del Nord Europa.
Quest’organo del 1994 infatti, opera dell’organaro Giorgio Carli di Pescantina (VR), concepito inizialmente per una collocazione domestica, nella disposizione fonica, nella distribuzione dei corpi d’organo, nel tipo di sonorità si ispira principalmente ai modelli di Arp Schnitger, uno dei più grandi organari della Germania settentrionale nell’età barocca; adatto quindi all’esecuzione degli autori appartenenti a quel periodo e a quella area culturale.
 

clicca per ingrandire l'immagine

clicca per ingrandire l'immagine
  
DISPOSIZIONE FONICA DELLO STRUMENTO