englishfrancaisDeutschEspañol




















 















A.&A. Callido - Montebelluna - Localit… Mercato Vecchio

clicca per ingrandire l'immagineNel 1805 Gaetano Callido con la collaborazione dei figli Agostino e Antonio costruisce l’organo in sostituzione dello strumento precedente dovuto ad Antonio Colonna (1657).
L’organo callidiano è il n. 423 della copiosissima produzione del grande organaro veneto. È un organo “doppio”, cioè a due tastiere, collocato in cantoria sopra la porta principale e chiuso in cassa armonica neoclassica decorata con festoni. Nel secondo dopoguerra lo strumento è stato letteralmente saccheggiato.
Dal 1985 al 1988 il restauro dell’organaro Franz Zanin di Camino al Tagliamento ne ha ripristinato la fisionomia originaria.
 

clicca per ingrandire l'immagine

clicca per ingrandire l'immagine
  
DISPOSIZIONE FONICA DELLO STRUMENTO
Facciata di 25 canne del Principale dell'Organo primo (dal Dol) disposte a cuspide con ali ascendenti.
Due tastiere di 54 tasti (Dol-Fa5) con prima ottava cromatica e divisione bassi-soprani (Dol#3-Re3).
Pedaliera a leggio di 17 note (Dol-So12) con prima Ottava corta, costantemente unita alla tastiera superiore (Organo primo).
 
ORGANO PRIMO (Manuale superiore)
Principale bassi
Principale soprani
Ottava
Quintadecima
Decimanona
Vigesimaseconda
Vigesimasesta
Vigesimanona
Trigesimaterza
Trigesimasesta
Contrabassi
Ottava di contrabassi
Quintadecima di contrabassi
Voce umana
Flauto in VIII bassi
Flauto in VIII soprani
Flauto in XII
Cornetta
Violetta bassi
Violetta soprani
Tromboncini bassi
Tromboncini soprani
Tromboncini al pedale
ORGANOSECONDO
(Manuale inferiore; Positivo latarale)
Voce umana
Flauto in VIII bassi
Flauto in VIII soprani
Cornetta
Tromboncini bassi
Tromboncini soprani
Violoncello bassi
Violoncello soprani
Principale bassi
Principale soprani
Ottava
Quintadecima
Decimanona
Vigesimaseconda
Vigesimasesta
Vigesimanona
Accessori:
Ripieno a manovella.
Rollo-pedale