englishfrancaisDeutschEspañol




















 















"Prospetto ad unica campata di 25 canne del Principale dal Do2, a cuspide con ali ascendenti.
Tastiera di 47 note (DoI-Re5) con prima ottava corta.
Pedaliera a leggio di 18 pedali costantemente uniti al manuale, tranne l'ultimo che aziona il tamburo.", array("Principale bassi","[8]","Principale soprani","","Ottava","","Quintadecima","","Decimanona","","Vigesimaseconda","","Vigesimanona"), array("Voce Umana","","Flauto in VIII bassi","","Flauto in VIII soprani","","Flauto in XII","","Cornetta","","Tromboncini bassi","","Tromboncini soprani","","Contrabassi","[16']"),fine=>"Accessori: Tamburo sull'ultimo pedale, Tiratutti a manovella, Divisione fra bassi e soprani fra DO#3-Re3, Temperamento inequabile."); ?>
Callido - Treviso - Vicolo S. Gregorio

clicca per ingrandire l'immagineTra i numerosi organi costruiti dal Callido per le chiese della nostra città, quello di S. Gregorio è il più antico, infatti è del 1769.
Veramente in quell’anno fu collocato nella chiesa di S. Lorenzo, ora demolita, che sorgeva nell’area della sede centrale della Cassamarca; di là venne quindi portato nella sede attuale.
È collocato in cantoria sopra la porta principale, racchiuso in cassa di stile neoclassico laccata e marmorizzata. Arrivato fino ai nostri giorni pressoché integro, è stato restaurato nel 1994 dall’organaro Francesco Zanin di Codroipo.
Per la visita rivolgersi alla Cattedrale.
 

clicca per ingrandire l'immagine

clicca per ingrandire l'immagine
  
DISPOSIZIONE FONICA DELLO STRUMENTO